SIVIGLIA: VIAGGIARE RENDE FELICI

Moleskine, 27 novembre:

Ci sono mille strade che portano alla felicità, alcune tanto strette che puoi passarci solo di profilo e in punta di piedi.
Qui, a Triana, ne ho scoperte alcune talmente incastonate fra file di case che quasi non le vedi.
Ogni giorno, da quel 27 di agosto in cui ho scelto la mia nuova casa, mi perdo in giri di parole spagnole e labirintici quartieri.
Mi perdo ma poi ritrovo sempre la mia strada.
Talvolta il numero civico non corrisponde e il ragazzino che mi guarda fra le cortine spesse della finestra non è il mio vicino ma uno sconosciuto, curioso come un gatto.
Come faccio a dire che quella strada è la mia?
Perché, mentre la percorro, sono felice.
Sono straniera in una terra straniera, dove ogni viso è una scoperta, ogni via errata una nuova sfuggente forma di realtà.
Qualcuno diceva che perdersi è un po’ come ritrovarsi, io dico che viaggiare è la chiave per farlo.
Le voyage, ha detto un pazzo parigino, pour connaître ma geographie.