LONDRA

Londra brucia.
Di oggetti misteriosi, pieni di storia e vite vissute.
Su Portobello Road si riversa un mondo variopinto e chiassoso che acceca i curiosi e lascia senza parole i turisti. La strada è fascinosa. Incorniciata da case bianche e colorate, squadrate ed eleganti, con porte maestose, cinte da rose rampicanti. Con pomelli dorati, le tende di pizzo tese, i cancelletti di ferro battuto a delimitare ordinati cortili.

Credits: Pencil&Moleskine

Siamo a Notting Hill, quartiere a nord-ovest dei Kensington Gardens. È mattina, il cielo è terso sopra i tetti, un musicista sta allestendo il suo spettacolo sul marciapiede: il braccio tatuato tiene un grande e colorato arco, le corde vibrano al tocco, un valigia aperta fa da vetrina per i suoi cd.

Oggi è giorno di mercato, il più famoso della city. Orde di visitatori si accalcano all’inizio della via, borsa alla mano, occhi aperti su bancarelle di ogni genere e dimensioni. Qui si trovano oggetti comuni e strani, rari ed esotici, vintage e preziosi. Qui si vendono targhe con sigle californiane e canadesi, bambù intagliati, ceste ricolme di conchiglie lisce e perlacee, lampade indiane, barattoli di zucchero, teiere, coltelli di legno, algide pantofole giapponesi.

Credits: Pencil&Moleskine

Fili di bandierine inglesi svolazzano sulle nostre teste, voci di donna si rincorrono, un’anziana signora si prova una pelliccia viola, sulla testa indossa un cappellino con piume di struzzo. Mi avvicino a un negozietto che vende carta da lettere e calamai, ci sono migliaia di scatoline sottili che contengono buste decorate con fiori variopinti: al tocco la trama sembra sussurrare storie di viaggi oltre oceano, mogli di marinai, venditori di tigri, leggende orientali. Il venditore mi spiega che i fogli arrivano da ogni parte del mondo, lui stesso parte una volta al mese per visitare i luoghi dove vengono prodotti. Se lo convincono, se si innamora della loro storia, le compra e le porta a Londra. La sua bottega è un magazzino di parole scritte, frasi che dondolano a mezz’aria come fumetti, inchiostro nero, magenta e blu china.

Acquisto due blocchetti color uva, con copertina di corda e dorso di corda. Le bozze dei miei racconti più belli sono racchiuse lì.

Credits: Pencil&Moleskine